La primavera e l’autunno sono momenti di lavoro per chi si occupa del giardino di casa propria. Svolgere correttamente i lavori di trasemina e rigenerazione è fondamentale per rendere nuovamente il prato forte, sano, e soprattutto bello. Ecco una guida che vi spiega come prepararlo al meglio.

Come effettuare la trasemina del prato

Prima di tutto è necessario “bonificare” il prato: se il vostro giardino presenta problemi quali muschio o erbe infestanti, sarà necessario eliminarli applicando e lasciando agire per qualche giorno prodotti specifici (qui la guida dettagliata per l’eliminazione del muschio e qui quella specifica per diserbare). Nel caso in cui il giardino sia già privo di infestanti o muschio, potrete iniziare direttamente dal passaggio successivo.

Una volta eliminato il problema infestanti, potete procedere con la fase di preparazione del terreno: tagliare il prato all’altezza minima possibile (l’altezza varia in base alla tipologia di erba, l’importante è non esagerare andando a danneggiare il colletto delle piantine) ed effettuare l’arieggiatura/scarificatura del suolo (qui la guida specifica per l’arieggiatura).

Questa pratica vi permetterà di rompere e rimuovere lo strato di feltro (muschio, foglie marcescenti e residui dei tagli dell’erba) accumulatosi durante i mesi precedenti. Questa operazione è fondamentale, perché andando a rompere questo strato superficiale si permetterà una maggiore traspirazione del terreno e un migliore assorbimento dell’acqua e delle sostanze concimanti; inoltre, si smuoverà e scomaptterà la terra, garantendo così un aumento della resa della trasemina che stiamo per effettuare.

A questo punto è il momento di stendere con un rastrello il terriccio misto sabbia (top dressing). Uno strato superficiale di qualche mm è molto importante, perché andrà a proteggere il nuovo seme dai raggi solari (che potrebbero bruciarlo) e dagli uccelli (che potrebbero mangiarlo), formando un letto di semina umido e confortevole adatto alla germinazione dell’erba.

Quando il terreno sarà pronto potrete procedere con la vera e propria trasemina, spargendo i nuovi semi sul prato (nel caso di semina manuale a spaglio, è consigliabile procedere in due direzioni ortogonali tra loro, in modo da uniformare il più possibile la trama di semi sul terreno).

preparazione terreno per trasemina prato

Il “tocco di fino” della rullatura del terreno interrerà poi i semi, premendoli verso il basso. Nel caso non abbiate un rullo o la possibilità di rullare, invertite l’ordine delle operazioni di semina e top dressing, andando prima a seminare e poi a spargere il terriccio, che andrà rastrellato delicatamente per evitare di spostare i semi e creare una disposizione non omogenea.

L’ultima fase è quella della concimazione, preferibilmente con uno “starter” ad alto contenuto di fosforo (P), che stimolerà la germogliazione e la radicazione del nuovo seme (se siete interessati alle proprietà dei vari elementi contenuti nei concimi, qui potete trovare l’articolo che ne parla).

Cura del prato nei giorni successivi alla trasemina

Non vi spaventate se alla fine di queste operazioni il vostro giardino sembrerà un campo da rugby di provincia dopo una partita disputata con la pioggia, presto diventerà più bello di prima!

Nei giorni seguenti la trasemina dovrete solamente mantenere il terreno costantemente umido, irrigandolo per qualche minuto al giorno, fino a quando, una volta spuntati i primi fili d’erba, potrete iniziare con le normali irrigazioni mattutine (qui vi spiego perché la mattina è il momento migliore per irrigare il prato).

Dopo qualche settimana l’erba novella avrà raggiunto i 10 cm d’altezza circa e potrete procedere con il primo taglio, ricordandovi di tenere un misura piuttosto alta (non rimuovete più di un terzo della lunghezza stessa del filo d’erba).

Se avete qualche domanda, o se ultilizzate altre tecniche rispetto a quelle che ho descritto, commentate qui sotto!

Se l’articolo vi è piaciuto, o se avete la passione per il giardinaggio, visitate la sezione dedicata Area verde, all’interno della quale troverete tanti altri articoli e guide!